Lista dei cross platform tools

Framework URL License Type
Rhodes http://rhomobile.com/products/rhodes/ Open Source Platform
Phonegap http://www.phonegap.com Open Source Framework
FeedHenry http://developer.feedhenry.com/ Commercial Platform
Appcelerator http://www.appcelerator.com/ Open Source Platform
Grapple http://www.grapplemobile.com/ Commercial Framework
MotherApp http://www.motherapp.com/ Commercial Framework
Corona http://www.anscamobile.com/corona/ Commercial Product
Sencha Touch http://www.sencha.com/products/touch/ OS/Commercial Library
MoSync http://www.mosync.com/ Open Source Platform
Resco http://www.resco.net/ Commercial Platform
CouchOne http://www.couchone.com/products Commercial Platform
MobileIron http://mobileiron.com/ Commercial Platform
WidgetPad http://widgetpad.com Open Source Platform
AML http://www.amlcode.com Open Source Framework
Jo http://joapp.com Open Source Library
xui http://xuijs.com Open Source Library
JQuery Mobile http://jquerymobile.com Open Source Library
JQTouch http://jqtouch.com Open Source Library
QT http://qt.nokia.com/products/qt-formobile-platforms/ Open Source Framework
QuickConnectFamily http://www.quickconnectfamily.org/ Open Source Framework
Bedrock http://www.metismo.com Commercial Platform
WebApp.net http://webapp-net.com/ Open Source Framework

Questa lista di link mostra come sia variegato il mondo della programmazione cross platform con l’avvento degli smatphone in tutto il mondo.

Il difficile è provare tutti i cross platform tools 🙂

cross platform tool Sencha touch

Questo cross platform toll delude le aspettative, promette di creare un sito per mobile per poi compilarlo per iOS ed Android ma alla fine è afflitto da parecchi bug.

In primo luogo i comandi via bash soffrono di problemi di configurazione rendendo impossibile la compilazione e quindi del tutto inutile tutta la documentazione che mostra questi comandi.

In secondo luogo risulta molto meno immediato rispetto ad altri framework cross platform come Phonegap Cordova.

Sono rimasto colpito abbastanza negativamente da questo framework, riuscissero a mantenere tutte le promesse dei video sarebbe il migliore ma non è così

cross platform tool sencha touch
cross platform tool sencha touch

Cross Platform Tool Marmelade

Oggi parliamo di “made with marmelade” una sdk che consente di creare web app ed applicazioni native per iOS ed Android.

Provando questo sdk si nota subito una radicale particolarità, consente di fare programmi per iOS senza mac e senza iPhone o iPad.

Questa peculiarità lo rende appetibile per tutti quegli smanettoni che posseggono un pc e non vogliono spendere troppo per produrre applicazioni c

ross platform.Il software però non è propriamente per smanettoni in quanto consente di sviluppare anche applicativi 3D sviluppando in c++ mentre, per chi è avvezzo alle tecnologie web, consente di sviluppare delle web app incluse in una app in modo da essere installate sui dispositivi mobili.

Il brutto è che quest’applicativo non è open source ma è a pagamento ma contenuto, per un singolo sviluppatore si può scegliere una licenza anche minima anche se poi avrete lo spash screen dell’sdk.

Altra peculiarità è che le app sono inglobate nell’sdk che ha anche un emulatore basilare,questo da un lato rende semplicissimo il processo di pubblicazione, tramite l’sdk ma vi fa perdere un 20% sul prezzo della app che va hai produttori dell’sdk. Invariato il costo delle licenze per pubblicare app che per iOS sono ben 99€ e per Android 25$ che sono sempre a carico di chi vende l’applicativo.

Sicuramente rappresenta una delle soluzioni più economiche per sviluppare cross platform in quanto con una licenza di 149$ più le precedenti per pubblicare si arriva ad un costo intorno ai 300$ che,di questi tempi, ci compri metà mac mini…

cross-platform-tool-marmelade
cross-platform-tool-marmelade

Cross Platform Tools

cross-platform-tools
applicativi cross platform

Quest’immagine sovrastante mostra gli applicativi di sviluppo più diffusi ad inizio 2012.

Come già si sapeva Mono touch la fa da padrone essendo stato largamente pubblicizzato ed uno dei primi ad uscire consente di sviluppare in C# ed esportare l’applicativo in file compatibili per Aplle Store e il Google play.

L’applicativo non è open source ma costa alcune centinaia di euro ma consente, per chi conosce già il linguaggio di casa Microsoft, di poter sviluppare applicazioni per i due giganti modiali, Apple e Google.

Nell’immagine seguono a ruota gli altri che posseggono le restanti fette di mercato.